Il contrabbassista Italiano Orazio Ferrari, ha ottenuto un grande riscontro critico per il suo album di debutto, la Prima Incisione Mondiale "Chopin & Schumann" (Velut Luna, CVLD 245), in coppia con il pianista Italiano Marco Sanna. In questo disco, pubblicato nel Luglio del 2014 e risultato da subito un best-seller negli USA, egli mostra pienamente il suo modo moderno e "sfrontato" di intendere il Contrabbasso, ma completamente focalizzato nel raggiungimento dei più alti scopi musicali attraverso uno strumento, appunto il Contrabbasso, ampiamente misconosciuto nella Musica Classica in veste di Solista. Questo disco deve essere inteso come la summa della sua visione strumentale ed estetico-musicale. L´album ha ottenuto lusinghiere recensioni su riviste internazionali di primissimo piano. The Strad, ad esempio, ha scritto: "Un contrabbassista si appropria con successo di musica per violoncello e per voce". Ed ancora: "Egli ha una evidente passione per Chopin, riversata istintivamente nella vena Romantica della Sonata per Violoncello impiegando un rubato naturale". La rivista anglo-nord americana Gramophone ha invece sottolineato come "Ferrari esegue la musica così come è scritta, non trasposta all´ottava inferiore come è uso persino per i più grandi contrabbassisti...". Egli nutre una profondissima passione per la Musica da Camera, cosa inusuale per i contrabbassisti di solito relegati in un lavoro di massa orchestrale, e viene regolarmente ospitato nei Festival e nelle manifestazioni musicali cameristiche in tutto il Mondo.

Orazio Ferrari è nato a Crotone. Dopo un precoce e prolungato studio del pianoforte, inizia a frequentare il corso di contrabbasso al Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli sotto la guida di Ermanno Calzolari, diplomandosi brillantemente con un anno di anticipo. Presso lo stesso Istituto consegue successivamente la Laurea con il massimo dei voti, dando come tesi un récital in cui esegue solo opere di Giovanni Bottesini. Inizia la collaborazione, anche in qualità di primo strumento, con diverse orchestre, ma per ragioni di varia natura l´attività di orchestrale non lo enstusiasma completamente. Prova invece come detto, una grandissima passione per la Musica da Camera, molto piú congeniale al suo modo di intendere il contrabbasso ed il suo suono. Si trasferisce in Svezia, dove vince comunque un´audizione presso l´Orchestra della Accademia Nazionale Svedese, volgendo però presto a dedicarsi più intensamente alla sua concezione strumentale. Consegue un´altra Laurea con il massimo dei voti in Esecuzione d´Orchestra presso la Accademia Superiore per il Teatro e la Musica dell´Università di Göteborg, realizzando una tesi su Fryderyk Chopin, compositore del quale egli è un profondo e appassionato conoscitore.

Si perfeziona con due tra i più prestigiosi in assoluto concertisti del contrabbassismo mondiale, come Franco Petracchi, in Italia e Joel Quarrington (suo grande amico, che lui considera come un mentore), in Canada.

Nel 2006 viene insignito del Diploma d´Onore alla 12^ Edizione del "T.I.M. Torneo Internazionale di Musica", svoltosi in quell´anno a Roma.

Il suo spirito di ricerca fa sì che egli ampli il proprio repertorio dedicandosi allo studio di opere per violoncello, opere che esegue sul contrabbasso rispettando rigorosamente il testo originale, senza alcun tipo di modifica o adattamento e rispettando la ottava originale del violoncello. Questo suo particolare studio gli ha dato l´opportunità di venire in contatto, prendendone lezioni, con alcuni eccelsi violoncellisti di fama Internazionale.

Suona usando esclusivamente la naturale accordatura d´orchestra.